Arte e legalità: le tele degli alunni del Liceo Artistico donate al Palazzo di Giustizia di Viterbo

Schermata 2018-12-20 alle 11.00.03

Sabato 20 Ottobre 2018, presso il Tribunale di Viterbo, si è tenuta la giornata della legalità. L’evento è stato organizzato pensando ad un percorso legato alla presentazione di temi sviluppati in diverse conferenze. L’apertura è avvenuta alle 9:00 tramite il saluto delle autorità ed una ‘inquietante’ lezione su “La scena del crimine”. A seguire Lucia Ferrante, una studentessa di Viterbo, ha raccontato la propria drammatica esperienza vissuta a Corleone, dove ha lavorato nei campi confiscati alla mafia. Successivamente, l’evento si è ramificato in tre diverse lezioni tenute contemporaneamente in aule separate. Nell’aula 3 si è parlato de “Antigone: Il contrasto tra il diritto naturale e il diritto positivo.” Nell’aula 4 si è tenuto il “Processo simulato civile su azione per riconoscimento della paternità”. Nell’aula 6 si è trattato il tema de “La rete è un mondo senza regole? Il diritto davanti a internet”. Dopodiché alle 12:15, nell’aula di corte d’Assise si è svolta “La funzione della giustizia civile come strumento di tutela dei diritti” in celebrazione alla Giornata europea della giustizia civile per l’anno 2018. Infine, si è riunita una tavola rotonda, con i Corpi di Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza, per affrontare i temi del bullismo, del cyberbullismo, diell’ebrezza, della detenzione, del consumo, del traffico di stupefacenti e della “Violenza di genere: considerazioni e prevenzione”, del diritto d’autore e della contraffazione. Al termine dell’evento sono state scoperte le tele ispirate al tema della legalità, poste nei corridoi del piano terra del tribunale, realizzate dagli studenti del Liceo Artistico Francesco Orioli: Rachele Capocera, Camilla Fais, Cristina Lombardo, Francesco Mancini, Jacopo Scalpellino, Antonella Luna Servi, Aurora Soldatelli e Matteo Testa, coordinati dai professori Luigi Zuccarello e Cinzia Pace. Alla manifestazione erano presenti anche altri docenti dell’istituto, quali Nadia Chiatti, Andrea Maggi, Immacolata Anzevino e la preside Simonetta Pachella. La Dirigente ha guidato gli astanti nella rivelazione delle opere dedicate al Tribunale ed aventi come oggetto i temi della famiglia, delle dipendenze e dell’inquinamento, da sempre, ambiti che investono e caratterizzano il mondo dell’operare giudiziario.

Lucilla Mariotti, Mayka Gallucci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...