‘Noi e la magia del teatro’ – Intervista al regista Aldo Bellocchio

bellocchio

– ‘Vedere ragazzi che pitturano, che ballano e che si preoccupano è di per sé la scena. Il nostro teatro, quindi, vista la peculiarità dei nostri indirizzi, è già in scena’. Ciò è quanto afferma Aldo Bellocchio, vicepreside nonché regista ed ideatore della rappresentazione teatrale ‘Noi e la Magia del Teatro’.

E’ il 13 dicembre 2017, e nei laboratori del Liceo Artistico Francesco Orioli di Viterbo si respira un’atmosfera teatrale. Le aule sono colme di ragazzi intenti a recitare, ballare, cantare e completare scenografie, entusiasti e pronti per l’imminente entrata in scena.

Sono più di sessanta gli alunni coinvolti in questo progetto che meriteranno, come sottolinea il vicepreside, il proprio ‘contagioso’ applauso.

– ‘Sono ragazzi che hanno voglia di fare e di sbagliare, di sconfiggere pregiudizi e timidezza, ed ognuno di loro è protagonista’.

La parte scenografica, curata dalle classi 3ASC e 4ASC, è in preparazione e comprenderà sia fondali dipinti che elementi tridimensionali.

– ‘Dietro ad ogni pennellata di colore ci sono ore ed ore di lavoro, vi è dedizione, perché l’arte non è sregolatezza, è tanta pazienza e responsabilità.’

La difficoltà sta infatti nell’adattare le molteplici attività alle tempistiche scolastiche, ma è tutto pronto per l’apertura del sipario.

– ‘Quest’anno usciremo dal nostro target, ci troveremo di fronte ad un pubblico variegato.’

E’ così che Aldo Bellocchio conferma la presenza, prevista sia per la mattina (ore 10.30) che per la sera del 3 febbraio (ore 21.00), della sua Compagnia al teatro dell’Unione di Viterbo.

Nelle giornate del 24, 25 e 26 gennaio le rappresentazioni si terranno invece all’Auditorium dell’Università Santa Maria In Gradi di Viterbo, di fronte ad un pubblico composto da genitori, compagni di classe e ragazzi di diverse scuole.

I tempi stringono, le aspettative sono altissime e sfidano ogni paura, ogni timore ed ogni tensione.

– Svaniranno -sostiene il Professore- quando, come per magia, si aprirà il sipario, il primo applauso scalderà l’aria contagiando ogni spettatore, ogni genitore, ogni alunno ed ogni partecipante.

Antonella Luna Servi

Redazione ‘Il Poliedrico, giornale dell’Istituto Orioli’

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...